San Quirico d'Orcia  >  Radicofani  >  Montalcino  >  Castiglione d'Orcia  > Pienza

Home Portale

La Rocca a Tintinnano

Centro espositivo e meta turistica, il grande torrione sovrastante il borgo di Rocca d'Orcia domina la valle proponendo un suggestivo panorama. La Rocca a Tintinnano ha mantenuto intatta l'impronta ricevuta in epoca feudale con la torre posta sulla cima della collina ed il borgo ai suoi piedi. 

CASTIGLIONE D'ORCIA

Rocca a Tentennano
Orario
Invernale (da novembre)
Sabato  domenica e festivi:
10.00-13.00  14.30-16.30
Estivo da Pasqua a novembre:
10.00–13.00  15.00-18.00

ingresso: 2,00 euro

Archivio del Consorzio per la Bonifica della Val d'Orcia

L'archivio del Consorzio di Bonifica, ente che ha lavorato in Val d'Orcia dagli inizi degli anni '20, Ŕ attualmente conservato a Campiglia d'Orcia, nei locali di quella che fu la scuola elementare del paese, ristrutturati a questo scopo.
Con l'apertura agli studiosi dell'archivio e la pubblicazione dell'inventario si conclude un lavoro lungo e complesso, volto al recupero delle carte prodotte dal Consorzio di bonifica della Val d'Orcia e alla loro restituzione al contesto di produzione.
Questa documentazione rappresenta nel complesso una fonte importante per la ricostruzione della storia recente di un territorio di grande rilevanza storica e paesaggistica. In particolare le carte di questo fondo, per quanto le vicende della trasmissione ne abbiano in qualche caso fortemente limitato il potenziale informativo, "raccontano" le trasformazioni del paesaggio agrario valdorciano - e i rapporti sociali ed economici che legavano e legano gli attori di questa trasformazione – dagli anni '30 agli anni '80 del secolo scor so.
L'archivio, oltre a contribuire in maniera determinante a ricostruire la fisionomia di un ente importante e fin qui probabilmente poco conosciuto e studiato, sembra prestarsi anche alla valutazione dell'impatto che determinati interventi hanno avuto sul paesaggio, sui modelli economici e sugli assetti sociali complessivi di quest'area .

Il "Maggio"
E' ancora viva l'antica tradizione contadina che da  il benvenuto alla primavera con canti rituali lungo le vie del borgo e nei poderi circostanti. Dal pomeriggio del 30 aprile fino all'alba del 1░ maggio i cantori del "maggio" intonano strofe e musiche propiziatorie ricevendo doni in natura dai propri concittadini.
I riti di fertilitÓ occupavano un notevole spazio e importanza nella storia della cultura del mondo contadino e popolare ma oggi sono ridotti a piccole isole arcaiche, sovrastati da ben altri "riti".
A Castiglione d'Orcia la tradizione Ŕ ancora viva e mantiene intatto il suo fascino e i "maggiaioli" riescono ancora a suscitare suggestioni altrove scomparse.

Il Consorzio per la bonifica della Val d'Orcia Ŕ infatti un'istituzione che ha giocato un ruolo chiave nel recupero e nella trasformazione1 di un contesto di profilo essenzialmente rurale compreso nella zona meridionale della provincia di Siena che, se oggi inizia a beneficiare dei vantaggi che derivano da un crescente flusso turistico, ha avuto modo di vivere in passato periodi di profondo abbandono, sia nella sua vita quotidiana che nell'interesse degli storici.

L'archivio Ŕ accessibile su domanda da inoltrare :
Unione dei Comuni Amiata Val d'Orcia
Via Grossetana, 209 - 53025 Piancastagnaio (Siena)
Tel. 0577 787168 / 0577 787181 - Fax 0577 787763 - Codice Fiscale 90023610521 - Partita IVA 01326270525

logounionecomuni