San Quirico d'Orcia  >  Radicofani  >  Montalcino  >  Castiglione d'Orcia  > Pienza

Home Portale

Il Bosco di Isabella
Il parco, ubicato all'interno del perimetro urbano di Radicofani, fu costruito dalla famiglia Luchini alla fine dell'800. Odoardo Luchini, grande conoscitore delle scienze botaniche, cur˛ personalmente la messa a dimora delle piante provenienti da varie parti del mondo. Tra le conifere si ricordano le sequoie, i tassi, i cedri del Libano, i cedri Deodara. Tra le caducifoglie troviamo, tigli, castagni, olmi, aceri, pioppi, ippocastani, cerri e allori.

La fortezza di Ghino di Tacco

Domina da una isolata roccia la Val d'Orcia ed ha costituito per secoli il castello di confine dello stato Romano. Le attuali fortificazioni, volute da Cosimo I, a causa dell'esplosone di una polveriera nel 1735 andarono distrutte ma sono state restaurate recentemente. Oggi sono visitabili e sono sede di un museo storico.
La rocca resta famosa per le imprese del bandito Ghino di Tacco che in questi luoghi dimor˛ per molti anni.

Rocca di Radicofani
Tel. 0578 55700
Orario:
Aprile -setttembre.: 10.00-19.00
Gennaio-.marzo: ven.-sab.-dom.: 10.00-17.00
Ingresso 3,00 euro
2,00 euro per gruppi superiori a 20 persone

Arte a Radicofani

Terrecotte di Luca della Robbia sono custodite all'interno della chiesa di S. Pietro; di interesse architettonico la chiesa di S. Agata in stile gotico-senese.
Il suggestivo edificio della Posta del XVI secolo con facciata a doppio loggiato si trova lungo la Via Francigena, qui sostarono nomi illustri come Chateaubriand, Dickens e Montaigne il quale era un amante della buona tavola ed apprezzava l'uso di olio d'oliva per la cottura di alcuni piatti inoltre nei suoi scritti si rammenta spesso la cordialitÓ e l'ospitalitÓ toscane